Le Preghiere

 

ROSARIO DELLO SPIRITO SANTO




PRIMO MISTERO


Gesù è concepito per opera dello Spirito Santo

nel seno della Vergine Maria.

L'angelo disse a Maria: «Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell'Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio». Allora Maria disse:

«Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto».

E l'angelo parti da lei. Quanto è grande Maria Santissima! Lo Spirito Santo è disceso in Lei, L’ha adombrata, e L’ha fatta Madre del Verbo del Padre... O divina azione dello Spirito Santo, quali trasformazioni Tu puoi operare nelle creature dove Tu scendi! Quali prodigi di grazia, di luce, di trasformazione, d'inebriante spasimo d'amore investono l'anima dove scendi! Quali meraviglie di misterioso contatto, d'intimi rapporti Tu effondi nelle anime predestinate, fin dall'eternità, a fruire e gustare così il dilettissimo Figlio Unigenito del Padre!...

 

SECONDO MISTERO

Gesù è consacrato Messia al Giordano

dallo Spirito Santo.


“Quando tutto il popolo fu battezzato e mentre Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e scese su di lui lo Spirito Santo in apparenza corporea, come di colomba, e vi fu una voce dal cielo:

«Tu sei il mio figlio prediletto, in te mi sono compiaciuto».


Ciascuno di noi nel battesimo è stato sepolto con Gesù nella morte e risuscitato con Lui a vita nuova grazie all'azione dello Spirito Santo che ci ha resi così realmente figli di Dio. Facciamo in modo allora di divenire ciò che già siamo per grazia non spegnendo o contristando lo Spirito di Dio che abita in noi, ma favorendo la sua azione di vita e di santità attraverso la fedeltà quotidiana agli impegni che ci siamo assunti nel battesimo. Se così faremo, saremo pronti ad essere condotti anche noi dallo Spirito come Gesù, per testimoniare con la vita la fedeltà di Dio alla sua Parola, al suo Amore.

 

TERZO MISTERO

Gesù muore in croce per togliere il peccato

e dona lo Spirito Santo.


“Gesù, sapendo che ogni cosa era stata ormai compiuta, disse per adempiere la Scrittu¬ra: «Ho sete». Vi era lì un vaso pieno d'aceto; posero perciò una spugna imbevuta di aceto in cima a una canna e gliela accostarono alla bocca. E dopo aver ricevuto l'aceto, Gesù disse:

«Tutto è compiuto!».

E, chinato il capo, spirò”.
Spinto e sostenuto dalla forza dello Spirito Santo Gesù, liberamente, volontariamente accetta dal Padre la dolorosa Passione e Morte affinché l'uomo di ogni tempo sia liberato dal dominio del peccato e della morte per diventare tempio dello Spirito Santo, nuova creatura. Lo Spirito Santo, avendo operato con Gesù per la redenzione dell'uomo, ci sprona ad abbracciare con decisione e ad amare la Croce di Gesù, che assume nella vita di ogni giorno infiniti volti: sofferenze fisiche, morali e spirituali. Non ci può essere Spirito Santo senza la Croce del Signore: dalla Croce sgorga l’Amore puro, la gioia vera senza fine.

 

QUARTO MISTERO

Gesù dona agli Apostoli lo Spirito Santo

per la remissione dei peccati.


“La sera di quello stesso giorno, il primo dopo il sabato, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, si fermò in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!»…

«Ricevete lo Spirito Santo; a chi rimetterete i peccati

saranno rimessi e a chi non li rimetterete,

resteranno non rimessi».


Essendo Dio, creatore e santificatore, lo Spirito Santo opera molteplici effetti nelle anime. Uno dei più grandi è la remissione di tutti i peccati. E in effetti è proprio così. Che cosa è il peccato se non una mancanza di amore innanzitutto verso Dio, verso il prossimo e verso se stessi? Lo Spirito Santo è il "perdono" di Dio, ossia il Dono superlativo di Dio, il Dono traboccante affinché, accolto con umiltà nel proprio cuore, sia remissione di ogni peccato dell'uomo. Consapevoli di questo potremo con grande fiducia accostarci al sacramento del Perdono ove, con l'assoluzione del sacerdote, che in quel momento agisce nella Persona di Cristo, si compie una nuova creazione.

 

QUINTO MISTERO

Il Padre e Gesù, a Pentecoste, effondono lo Spirito Santo,

la Chiesa, costituita in potenza, si apre

alla missione nel mondo.


“Mentre il giorno di Pentecoste stava per finire, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all'improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo, e riempì tutta la casa dove si trovavano. Apparvero loro lingue come di fuoco che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro; ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue come lo Spirito dava loro il potere d'esprimersi”.
È l’Amore di Dio, effuso nei nostri cuori, accolto, custodito e vissuto che produce, rende possibile, reale il desiderio ardente del Cuore di Cristo che

«siano anch'essi in noi una cosa sola»,

perché Dio, essendo Amore, vuole che siamo animati sin nelle profondità più recondite del nostro essere da questo fuoco Divino per divenire così sempre più conformi, somiglianti all'immagine del suo Volto ineffabile e di incomparabile bellezza divina.




LITANIE DELLO SPIRITO SANTO


Signore,  pietà
Cristo,  pietà
Signore,  pietà
Spirito Santo, che procedi dal Padre e dal Figlio, scendi su di noi
Spirito Santo, che sei uguale al Padre e al Figlio, scendi su di noi
Promessa di Dio Padre, scendi su di noi
Raggio di luce del cielo, scendi su di noi
Autore di ogni bene, scendi su di noi
Sorgente di acqua viva, scendi su di noi
Fuoco consumatore, scendi su di noi
Unzione spirituale scendi su di noi
Spirito di amore e di verità, scendi su di noi!
Spirito di sapienza e di scienza, scendi su di noi!
Spirito di consiglio e di fortezza, scendi su di noi!
Spirito di intelletto e di pietà, scendi su di noi!
Spirito di grazia e di preghiera, scendi su di noi!
Spirito di pace e di mitezza, scendi su di noi!
Spirito di modestia e di innocenza, scendi su di noi!
Spirito confortatore, scendi su di noi!
Spirito santificatore, scendi su di noi!
Spirito che governi la Chiesa, scendi su di noi!
Dono di Dio Altissimo, scendi su di noi!
Spirito che riempi l'universo, scendi su di noi!
Spirito di adozione dei figli di Dio, scendi su di noi!

 

INVOCAZIONI ALLO SPIRITO SANTO


Spirito Santo, Tu che sei amore in tutta la tua persona, l'Amore unico e ideale, vieni a trasformare in amore tutta la nostra vita. Donaci di amare alla maniera di Dio, il quale non mette limiti all'apertura del suo cuore. Donaci di amare sull’ esempio di Cristo, che ha testimoniato all'umanità una bontà mirabile, offrendo per essa il sacrificio della vita. Per questo noi ti invochiamo: Vieni, Spirito d’Amore!

Donaci di amare con tutta la spontaneità del nostro essere, ma insieme con tutta l'energia spirituale che ci viene da te. Donaci di amare in maniera sincera e disinteressata, distaccandoci completamente dalle nostre ambizioni personali. Donaci di amare prodigandoci volentieri e senza attendere ricompensa, dimenticando ciò che diamo e ciò che sopportiamo. Per questo noi ti invochiamo: Vieni, Spirito d’Amore!

Donaci di amare malgrado tutte le delusioni e tutti gli sgarbi, amare fino alla fine anche senza ricevere alcun contraccambio. Donaci di amare con pazienza instancabile, senza irritarci dei difetti altrui e dei torti ricevuti. Per questo noi ti invochiamo: Vieni, Spirito d’Amore!

Donaci di amare e di crescere sempre più nell'amore, facendoci scoprire progressivamente tutto ciò che esige quell' amore perfetto che si trova solo in te.
Donaci di trovare la nostra gioia nell'amore e di cercare la nostra vera felicità nel far contenti gli altri. Per questo noi ti invochiamo: Vieni, Spirito d’Amore!

In te l'amore è preghiera, vieni e trasfondi nei nostri cuori il tuo amore mediante lo slancio della preghiera. Rendici persuasi della necessità della preghiera, secondo la raccomandazione di Gesù ai suoi discepoli: "Vegliate e pregate".
Ispiraci il gusto, la passione di pregare così come ci ispiri il gusto e la passione di amare. Per questo noi ti invochiamo: Vieni, Spirito d’Amore!

Insegnaci a pregare, a dialogare col Signore o a rima¬nercene silenziosi accanto a Lui.
Sostieni durante la nostra preghiera il movimento dello Spirito e del cuore, liberandolo da ogni altra preoccupazione per trascinarlo verso Dio.
Quando siamo nell'incapacità di pregare, aiutaci a trasformarla nell'offerta più sincera della nostra povertà. Per questo noi ti invochiamo: Vieni, Spirito d’Amore!

La nostra preghiera dev'essere espressione dell'amore. Non permettere che pensiamo troppo a noi stessi, e fa' che preghiamo per gli altri e per la Chiesa.
Fa' soprattutto che la nostra preghiera sia un dimenticare interamente noi stessi in un puro sguardo che ci immerga nel Signore. Vieni a pregare in noi, o divino Spirito, e valorizza con la tua preghiera divina la nostra miserabile preghiera umana.


Per questo noi ti invochiamo: Vieni, Spirito d’Amore!