Il Presepio

Carissimo Visitatore,
il presepe di Scaldaferro è capace di affascinare

 sia i piccoli, che vengono attirati dai giochi di luci, dalle melodie natalizie, dalle immagini in movimento e dalla visita ai sotterranei,

 sia gli adulti, che trovano un’occasione unica di “visitare” la Palestina dei tempi di Gesù, confrontandola con quella attuale.

 Ogni anno è diverso, perché ogni anno viene presentata una riflessione sulla Storia della Salvezza, entro cui si colloca l'orizzonte di ogni cristiano; inoltre ogni anno vengono fatti restauri a scene esistenti o vengono modificate alcune ambientazioni per migliorare l’insieme o per rendere il plastico più aderente alla realtà.

CURIOSITA'

Quest'anno (Natale 2014) ricorrono i 40 anni di attività stabile.

DESCRIZIONE DEL PRESEPE

E’ un plastico la cui superficie occupa circa 200 mq, affiancato ad una platea per i visitatori di 100 mq.

La notevole estensione che si sviluppa su diversi livelli ha permesso di riprodurre con buona approssimazione il paesaggio palestinese.

Ispirandosi fedelmente al Libro Sacro della Bibbia il presepe ti invita a contemplare la nascita di Gesù nella grotta di Betlemme e a fare un giro per le principali località della Palestina.

La cartina geografica seguente riporta tutti i luoghi della Palestina rappresentati nel presepio (sono quelli sottolineati):

Per scaricare la cartina geografica clicca sull'immagine sopra o sul seguente link:   CARTINA

NOVITA': Più sotto, alla voce "Materiale per l'approfondimento e la catechesi", c'è la spiegazione dettagliata della "storia" legata alla "geografia" dei luoghi rappresentati nel presepio. C'è anche un cruciverba, da proporre ai ragazzi del catechismo.

DESCRIZIONE DELLA VISITA

La visita comprende tre cicli (alba - giorno - tramonto e notte) della durata complessiva di 30 minuti circa.

Una voce ti guida alla scoperta degli scorci, accompagnata da riflessioni meditative per una migliore comprensione del messaggio biblico.

Scritte, scenari, piccoli particolari altamente simbolici vengono via via inquadrati con fasci luminosi, in una successione, anche temporale, che ripercorre le tappe dell'intera vita di Cristo e della Storia della Salvezza.

STORIA

Sorto agli inizi degli Anni Settanta sotto la guida del suo grande promotore don Giulio Dall’Olmo, fu inaugurato nell’attuale edificio che lo ospita nel 1974.

Di anno in anno, grazie al gruppo dei “Presepisti”, è stato migliorato e rinnovato; con il Natale 2014 ricorrono pertanto i 40 anni di attività stabile.

Nei primi Anni Ottanta fu occasione di diversi servizi TV su reti locali, regionali e nazionali, Rai TV3.

Nello stesso periodo anche il giornalista Enzo Biagi scrisse un articolo sul “Corriere della Sera” che poi richiamò nel suo libro “Il Buon Paese”.

Il presepio è stato sede del XIV Congresso Nazionale "Amici del Presepio" il 25 settembre 1983. In questa occasione fu premiato con Medaglia d'Oro come migliore Presepio Biblico del mondo.

 

COME FUNZIONA

Il presepe attuale è il risultato di un compromesso tra il mantenimento di meccanismi “arcaici” (ad esempio il tamburo principale) e l’introduzione di tecnologie più “moderne” (come schede elettroniche e sonoro digitalizzato).

Il “cuore” del presepio è sempre stato, fin dall’origine, un grande rullo motorizzato (tamburo principale) che presenta sul suo mantello dei tasti in rilievo.

Questi tasti girando assieme al tamburo, azionano in sequenza più di 120 microinterruttori collegati ad altrettante schede elettroniche che modulano l’intensità delle luci e dei fasci luminosi durante il racconto.

 

I suoni e le voci, registrati e mixati su supporto magnetico, sono sincronizzati al moto del tamburo e quindi anche alle luci, attraverso il giusto posizionamento dei tasti sul mantello del rullo.

Per potenziamento si è successivamente resa necessaria l’installazione di altri due rulli più piccoli (tamburi secondari) che collegati al rullo principale lo completano con funzioni ausiliarie.

CURIOSITA': prima dell'introduzione delle schede elettroniche, l'intensità delle luci veniva regolata da un sistema a bilanceri e contrappesi, che variava la profondità di immersione delle resistenze elettriche in una soluzione salina.

MATERIALE PER L'APPROFONDIMENTO E LA CATECHESI

Per preparare la visita al Presepe, si propone la lettura del seguente documento, che riporta gli

avvenimenti della storia della salvezza legati a ciascuna località rappresentata nel presepio.

Clicca sul link per scaricare l'approfondimento: Approfondimento Presepio Biblico

Se lo si desidera, si può anche proporre ai ragazzi un cruciverba, per divertirsi insieme e contemporaneamente consolidare quanto approfondito.

Clicca sul link seguente per scaricare il cruciverba: Cruciverba Presepe

Clicca sul link seguente per scaricare la soluzione del cruciverba: Soluzione cruciverba

 

 

 

 


Previous page: Solidarietà
Next page: Orari per visita al presepio