SIGNORE, SIAMO LA TUA TENDA

Dicembre 2014

 

Gli Angeli del Natale ci annunciano LA PAROLA:

Ottobre - novembre 2014

Si ricomincia un nuovo anno, in compagnia di tanti santi che ci insegnano la strada e di tanti angeli che ci proteggono e ci guidano.

Il primo appuntamento con ragazzi, genitori, amici e familiari è la FESTA DI SAN MARTINO, che faremo al Brolo di Ancignano domenica 9 novembre, dalle ore 17 alle ore 19.

Buon cammino!

Le catechiste, Federica e Barbara

 

La leggenda di San Martino

Era l'11 novembre: il cielo era coperto, piovigginava e tirava un ventaccio che penetrava nelle ossa; per questo il cavaliere era avvolto nel suo ampio mantello di guerriero.

Ma ecco che lungo la strada c'è un povero vecchio coperto soltanto di pochi stracci, spinto dal vento, barcollante e tremante per il freddo.

Martino lo guarda e sente una stretta al cuore. "Poveretto, pensa morirà per il gelo!" E pensa come fare per dargli un po' di sollievo. Basterebbe una coperta, ma non ne ha. Sarebbe sufficiente del denaro, con il quale il povero potrebbe comprarsi una coperta o un vestito; ma per caso il cavaliere non ha con sé nemmeno uno spicciolo.

E allora cosa fare? Ha quel pesante mantello che lo copre tutto. Gli viene un'idea e, poiché gli appare buona, non ci pensa due volte. Si toglie il mantello, lo taglia in due con la spada e ne dà una metà al poveretto. "Dio ve ne renda merito!", balbetta il mendicante, e sparisce.

San Martino, contento di avere fatto la carità, sprona il cavallo e se ne va sotto la pioggia, che comincia a cadere più forte che mai, mentre un ventaccio rabbioso pare che voglia portargli via anche la parte di mantello che lo ricopre a malapena. Ma fatti pochi passi ecco che smette di piovere, il vento si calma. Di lì a poco le nubi si diradano e se ne vanno. Il cielo diventa sereno, l'aria si fa mite.

Il sole comincia a riscaldare la terra obbligando il cavaliere a levarsi anche il mezzo mantello.

Ecco l'estate di San Martino, che si rinnova ogni anno per festeggiare un bell'atto di carità ed anche per ricordarci che la carità verso i poveri è il dono più gradito a Dio.

 

Materiale2013_2014

1 dicembre 2013

I ragazzi di prima media ci leggono delle riflessioni sull'Avvento:  E' Avvento1...  E' Avvento2...

Stanno imparando a pregare e, per sentirsi "gruppo" anche durante la settimana, quando sono a casa con le loro famiglie, hanno deciso di  pregare per le stesse intenzioni. Hanno poi allargato la proposta a tutta la comunità, sperimentando che la famiglia cristiana deve essere unita per dare vera testimonianza di fede e portare frutti di gioia.

Cliccare sulle stelline per sentire le preghiere.

L'animazione delle sante messe nelle domeniche di Avvento 2013 è stata organizzata dai ragazzi del catechismo delle scuole medie, secondo lo schema seguente (cliccare sull'immagine):

8 dicembre 2013

Cari ragazzi,

in questo tempo di  Avvento, Maria, la mamma di Gesù, può aiutarci a conoscere Suo Figlio e ad amarlo, come Lei ha saputo fare. La Chiesa celebra in modo particolare i nove giorni che precedono la grande Festa dell’Immacolata  Concezione, a partire dal 29 Novembre.

Abbiamo pensato di proporvi una Novena tutta per voi, da inserire nelle vostre preghiere della sera.È molto semplice, ma speriamo che vi serva per esprimere a Gesù e a sua Madre il vostro amore.

Preghiamo con la Novena dell'Immacolata.

Storia della medaglia miracolosa.

19-22 novembre 2013

S. Teresa del Bambino Gesù:  “Quando prego faccio come i bambini che non sanno leggere, dico con tutta semplicità al buon Dio quello che gli voglio dire, senza costruire belle frasi e sempre Egli mi capisce... Per me, la preghiera, è uno slancio del cuore, è un semplice sguardo gettato verso il Cielo, è un grido di riconoscenza e d'amore in mezzo alla prova come in mezzo alla gioia; alla fine è qualcosa di grande, di soprannaturale, che mi dilata l'anima e mi unisce a Gesù.”


Previous page: Le Preghiere
Next page: Solidarietà